DOCUMENTAZIONE - Unione Italiana Ciechi Novara

Vai ai contenuti

Menu principale:

DOCUMENTAZIONE


CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI

Cari soci, ho il piacere di invitarVi a partecipare alla prima Assemblea ordinaria Uici che si terrà a Novara, presso la Sala Consigliare della Provincia, con ingresso da Piazza Matteotti 1 (raggiungibile dalla stazione di Novara, proseguendo sempre dritto in centro città, la troverete alla sinistra del Municipio), come da delibera del Consiglio Territoriale Uici di Novara/Vco, in data 20/03/2019, in base all’art. 19 del Regolamento, comma VII, il giorno
SABATO 13 Aprile 2019.
In base all’articolo 19, comma II del Regolamento, la prima convocazione dell’Assemblea sarà fatta alle ore 9. Essa sarà valida solo se sarà presente la metà più uno dei soci. La seconda convocazione sarà fatta alle ore 10; essa è valida con qualsiasi numero di soci presenti. L’invito è quello di tenere in considerazione le ore 10.
Ricordiamo a tutti i soci, non in regola col pagamento della tessera, che potranno regolarizzare la propria posizione associativa il giorno stesso dell’assemblea, prima dell’inizio dei lavori, in quanto l’essere in regola con la quota, dà diritto di voto. Inoltre si informa che è possibile versare la quota associativa, tramite una delega con trattenuta sulla indennità di accompagnamento o indennità speciale.
Si ricorda altresì che in base allo statuto e regolamento non è consentito la delega di voto ad altre persone, esclusi i casi dei minori e gli interdetti; in questo caso, intervengono i legali rappresentanti.
Si sottolinea che l’organo più importante della nostra Unione è l’Assemblea dei Soci ed è il momento più culminante dell’intera struttura organizzativa dell’Unione Ciechi.
Durante l’Assemblea ordinaria verrà discusso il seguente ordine del giorno (in base all’art. 19, comma III del regolamento)
1. Nomina del Presidente della Assemblea, del Vice-Presidente, di 3 questori vedenti e Segretario, che dirigeranno i lavori dell’Assemblea;
2. Lettura del verbale dell’Assemblea precedente;
3. Lettura ed approvazione della Relazione sulle attività svolte nell’anno 2018.
4. Lettura ed approvazione del Bilancio Consuntivo dell’anno 2018.
5. Comunicazioni varie ed eventuali.
Inoltre, in base all’art. 19, comma V, del Regolamento Generale UICI, gli atti di cui sopra saranno consegnati il giorno della assemblea, prima dell’inizio della stessa, in forma sintetica.
Ricordiamo che i documenti assembleari sono consultabili in maniera integrale presso la sezione in orario d’ufficio, a partire dal 1 Aprile p.v., tutti i pomeriggi dalle 15 alle 17, dal lunedì al venerdì, in base all’art. 19, comma VI del regolamento, oltre che sul sito web sezionale al seguente indirizzo www.uicnovara.it; altresì si precisa che verranno letti integralmente durante l’assemblea.
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
ONLUS-APS
Sezione Territoriale di Novara/Vco
28100 Novara- Corso Torino, 8 – Tel. 0321611339 – Sito internet: www.uicnovara.it – email: info@uicnovara.it-uicno@uiciehci.it-uici.novara@pec.it
Ente morale riconosciuto con R.D. n. 1789 del 29/7/1923 e D.P.R. 23/12/1978 (G.U. 3/3/1979 N 62) posto sotto la vigilanza del Governo (D.P.R. 17/2/1990 in G.U. 11/6/1990 n 134); iscritto
all’Anagrafe Onlus in data 14/2/2006;Associazione di Promozione sociale iscritta al Registro Nazionale (L. 7/12/2000 n. 383) con il n 17 – Cassiere Credito Emiliano – Corso Garibaldi, 33 -
28100 Novara – Coordinate bancarie: IBAN IT36J0303210100010000002320- c/c postale n. 14651285 Unione Italiana Ciechi e Ipovedente Novara-Vco – Cod. fisc. 01404110031 – Part. I.V.A.
01404110031.
In attesa di incontrarVi numerosi, ricordando che l’Uici ha motivo di esistere con la presenza di tutti i soci che compongono la stessa associazione (precisando che l’anno prossimo compirà 100 anni dalla fondazione), SABATO 13 APRILE 2019, porgo a tutti Voi, anche a nome dell’intero Consiglio UICI di Novara/Vco, cordiali saluti.
Il Presidente Territoriale della Sezione Uici di Novara/Vco
( Pasquale Gallo )


COMUNICAZIONI AI SOCI

ORARI D’UFFICIO
Si ricorda che i nostri orari d’ufficio sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12:30 e dalle ore 14 alle ore 18. Si precisa che è preferibile prendere appuntamento con il personale di segreteria per eventuali pratiche da elaborare, telefonando allo 0321611339 o 3666052538.
MODELLO 730/2019
Si ricorda che la nostra sezione eroga anche per il corrente anno il servizio di compilazione dei modelli 730 e Unico, in collaborazione con il Caf Anmil di Gallarate, con tariffe agevolate ai soci, famigliari ed amici. Chi fosse interessato può prendere appuntamento telefonando alla sezione ai numeri 0321611339 o 3666052538 o scrivendo una mail al seguente indirizzo di posta elettronica info@uicnovara.it
TESSERA DI LIBERA CIRCOLAZIONE-BIP (biglietto integrato Piemonte)
Le tessere di libera circolazione su autobus urbani ed extraurbani e sui treni regionali del Piemonte e Valle d’Aosta devono essere rinnovate annualmente e da questo anno, la scadenza andrà automaticamente alla data di compleanno dell’utente. Per quanto concerne il rinnovo della tessera Bip nel territorio novarese, ci si può rivolgere al personale del Comune di Corso Cavallotti 23 a Novara (servizi sociali-piano terra, nei giorni lunedì e mercoledì dalle 14:30 alle 16:30, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11), oppure recarsi presso gli uffici della Provincia di Novara in Via Greppi 7 al primo piano (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e anche al pomeriggio lunedì e giovedì dalle 15 alle 16:30). Per gli associati del territorio del Verbano-Cusio-Ossola, i punti di ricarica sono presso: 1- ufficio della Provincia di Verbania, in Via dell’Industria n. 29/2 ubicata a Fondotoce (nei giorni lunedì e giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 16.30; 2- ufficio Urp della Regione Piemonte, in prossimità dell’ingresso di Villa Taranto, con presenza del totem, dal lunedì al giovedì ore 9-12,30 e 14-15,30;Venerdì 9-12,30.
Dimostrazione ausili
Si informa che Sabato 11 Maggio 2019, presso la sezione, dalle ore 10 alle ore 13, avrà luogo una dimostrazione di prodotti per l’autonomia quotidiana per ciechi e ipovedenti, ad opera del personale della ditta Cambratech di Cameri, che presenterà le ultime novità tiflo-tecniche; citiamo ad esempio il cellullare semplificato “classic” e il fornello ad induzione parlante, oltre ad orologi parlanti e tattili ed ausili per l’ipovisione; per chi fosse interessato, è gradita una prenotazione telefonica, chiamando il numero 0321611339 o 3666052538, oppure scrivendo una mail a: info@uicnovara.it.


RELAZIONE CONSUNTIVA DELLE ATTIVITA’ SVOLTE NELL’ANNO 2018 DALL’UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI-ONLUS/APS-SEZIONE TERRITORIALE DI NOVARA e V.C.O.

Premessa
Il 2018 possiamo presentarlo come un anno caratterizzato da alcuni eventi che, nel corso dei prossimi anni potranno portare cambiamenti sostanziali circa l’inserimento lavorativo dei nostri associati e sicuramente il consolidamento ancora più concreto con le istituzioni connesse alla nostra realtà.
Anche la raccolta fondi con il tramite della lotteria di Santa Lucia e attraverso gli eventi di sensibilizzazione come le “cene al buio”, sono state e dovranno essere un esempio da seguire da parte di tutti noi associati.
Prima di sottoporvi l’elenco diviso in settori delle attività concretizzate nell’anno 2018, mi preme sottolineare che i suddetti hanno un capo un referente e che tutti gli associati possono oltre che fare riferimento al delegato, anche partecipare attivamente ai lavori e alle attività legate al settore stesso, componendo di fatto un comitato. L’auspicio è quello di essere tutti uniti, per dare voce ai nostri diritti.
LAVORO
Per il settore lavoro, durante il 2018, è proseguito da parte del direttivo Uici il supporto e l’assistenza per individuare posti di lavoro e nuovi profili lavorativi per i propri giovani soci, in cerca di un primo posto di lavoro. Alcuni soci sono oggi impiegati, grazie all’attivazione di borse lavoro, le quali si sono che poi trasformate in assunzioni dirette da parte delle aziende. Inoltre, in collaborazione con il Consiglio Regionale Uici del Piemonte è iniziata una collaborazione per la creazione di una cooperativa sociale, che darà la possibilità ai giovani soci di ottenere una occupazione.
L’ENAIP( Ente Nazionale Acli Istruzione Professionale) di Novara ha presentato nel mese di luglio 2018 alla Regione Piemonte un progetto per la realizzazione di un “corso centralinista telefonico su sistemi informatici”. L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Novara/Vco ha collaborato in partnership alla stesura del progetto, concernente la parte tecnica; il tutto è stato presentato alla Regione Piemonte che lo ha approvato nel mese di Novembre 2018. In questa maniera si ha la possibilità di fornire delle opportunità di inserimento socio-lavorativo di soggetti ipo e non vedenti, attraverso la messa in comune delle risorse e competenze per lo sviluppo del territorio di Novara e V.C.O, in particolare attraverso le seguenti azioni: con la realizzazione del corso centralinista telefonico su sistemi informatici, sarà possibile integrare nel tessuto lavorativo soggetti con deficit visivo in enti pubblici e/o privati, in qualità di operatore telefonico. A Gennaio 2019 è previsto l’avvio dello stesso.
ISTRUZIONE, FORMAZIONE INFORMATICA, NUOVE TECNOLOGIE, ACCESSO AGLI AUSILI, AUTONOMIA E ATTIVITA’ IRIFOR
E’ proseguita anche nel 2018, con il tramite del consulente informatico Flavio Gallo, l’attività di formazione, rivolta ai soci richiedenti, per il corretto utilizzo degli ausili informatici per ipo e non vedenti (come per esempio pc con sintesi vocale, con software ingrandente, oltre all’utilizzo del telefonino dotato di sintetizzatore vocale, ecc.); si precisa che sono state effettuate delle lezioni individuali dal consulente. In conseguenza di tale formazione, sono state istruite dal personale di segreteria, pratiche presso l’ufficio protesica della Asl territoriale, per la fornitura di suddetta strumentazione.
Si ricorda che presso la sezione, è allestita una apposita ausilioteca, dotata di bastoni bianchi, strumentazione informatica e ausili ingrandenti. In seguito a ciò diversi soci si sono rivolti a noi per provare ed essere formati al corretto utilizzo degli stessi, con conseguente richiesta di tali ausili alla Asl.
Nel 2018 è proseguita da parte delle professioniste Irifor Novara, l’attività di formazione tiflologica e di assistenza psicologica rivolta a studenti ipo e non vedenti, frequentanti le scuole di Novara e provincia e del Vco; inoltre, sono stati attivati anche percorsi tiflo-psico-didattici rivolti anche a soci minori della zona del Vco e del novarese, per un totale di n. 6 progetti in corso (tra Novara e zona del Vco).
SERVIZI AI SOCI, ATTIVITA’ DI SEGRETERIA E RAPPORTI ISTITUZIONALI
Il giorno 12 marzo 2018, la volontaria in servizio civile Lamiaa El Aamaroui, ha terminato il proprio servizio presso il nostro ente (dopo un anno, in base al regolamento del servizio civile nazionale); la volontaria ha svolto con diligenza attività di accompagnamento di ipo e non vedenti, aggiornamenti eventi su pagina facebook della sezione, redazione volantino dei servizi Uici/irifor, oltre ad ordinarie commissioni d’ufficio in diversi enti cittadini (Asl, Comune, Inps, ecc.). Per questo sua prezioso aiuto e contributo, tutto il direttivo Uici di Novara/Vco ringrazia.
Nel 2018 è continuato il servizio patronale e di centro assistenza fiscale, rivolto a soci e amici, in collaborazione con il personale Anmil di Gallarate, con lo sviluppo di n. 72 pratiche (richieste di cecità-invalidità-104-red/icric Inps,ecc.) oltre allo sviluppo di n. 19 modelli 730-Unico (rivolto ai soci e famigliari).
Inoltre è proseguita l’attività di segreteria compiuta dagli impiegati territoriali a favore degli associati, con elaborazioni di pratiche legate al rilascio di tessere trasporti regionali (biglietto integrato Piemonte-bip), oltre a istruzioni di n. 28 pratiche presso Asl di Novara e Vco, per ottenimento ausili ingrandenti e sonori.
Nel 2018 sono proseguiti gli accompagnamenti richiesti dai nostri associati, con la macchina associativa, con il tramite di n. 8 volontari autisti e si attestano a n. 109.
Prima Assemblea ordinaria dei soci- 28 aprile 2018-.
Il giorno suddetto, presso la sala consigliare in seno al palazzo della Provincia di Novara, i soci della sezione Uici di Novara/Vco, sono stati convocati per la prima assemblea ordinaria annuale, previsto dallo statuto e regolamento Uici (art. 19) e su direttiva del Consiglio Uici novarese, per l’approvazione del conto consuntivo 2017 e l’approvazione delle attività svolte dalla sezione nel 2017.
Incontro il 26 maggio 2018 a Verona per convegno a tema sull’abbattimento di barriere architettoniche
Il giorno suddetto a Verona, con il tramite dell’arch. Tiziana Di Zinno (facente parte del comitato “Novara città alla pari”), l’Istituto Nazionale di Urbanistica, ha invitato la nostra associazione, per un confronto sull’abbattimento di barriere architettoniche; a questo convegno e momento d’incontro e confronto, hanno partecipato il Presidente Gallo e i consiglieri Cimini e Puglisi. Oltre ai suddetti, ha partecipato al tavolo tecnico, l’assessore comunale novarese Borreani.
Seconda Assemblea ordinaria dei soci- 27 ottobre 2018.
Il giorno suddetto, presso la sala consigliare in seno al palazzo della Provincia di Novara, i soci della sezione Uici di Novara/Vco, sono stati convocati per la seconda assemblea ordinaria annuale, previsto dallo statuto e regolamento Uici (art. 19) e su direttiva del Consiglio Uici novarese, per l’approvazione del bilancio preventivo 2019 e la relativa approvazione della relazione programmatica per l’anno 2019.
E’ proseguito il rapporto tra la nostra associazione e il Movimento Apostolico Ciechi di Verbania, ai quali eventi hanno partecipato alcuni nostri soci e amici.
• 16 dicembre 2018- festa Santa Lucia
La festa di Santa Lucia è stata svolta domenica 16 dicembre 2018, presso il ristorante Risorgimento a Caltignaga. In tale occasione, erano presenti a pranzo n.58 persone, fra soci, parenti e amici. Altresì durante la giornata ha avuto luogo l’estrazione della ormai tradizionale lotteria di Santa Lucia dell’Uici Novara, ormai giunta alla sesta edizione, la quale ha avuto una vendita di complessivi 570 biglietti. Sono stati premiati dieci numeri vincenti. Da segnalare anche la celebrazione della Santa Messa ad opera di Don Mario Perotti, presso la chiesa parrocchiale di Caltignaga, con inizio alle ore 11.
ATTIVITA’ DI PREVENZIONE DELLA CECITA’
Giornate di prevenzione del glaucoma nel marzo 2018 a Borgomanero
Nel mese di marzo, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Sezione Territoriale di Novara/Vco (d’ora in poi denominata Uici) ha aderito alla settimana mondiale del glaucoma dall’ 11 al 17 marzo, in collaborazione con l’Agenzia Internazionale Prevenzione della Cecità-Comitato Italiana- (d’ora in poi denominata Iapb), patrocinata dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.
In particolare, per due giornate, il 14 e 17 marzo, presso il reparto di oculistica
dell’Ospedale S.S. Trinità di Borgomanero, i medici oculisti sono stati impiegati alla misurazione della pressione oculare finalizzata alla prevenzione della patologia del glaucoma. Vi sono state n. 73 misurazioni, di cui n. 13 rinviati ad un ulteriori controlli oculistici. Inoltre, vi è stata per l’intera settimana, distribuzione materiale informativo alla cittadinanza, da parte del personale volontario della sezione.
Attività ambulatoriale.
L’attività ambulatoriale, nel nostro centro di oftalmologia sociale di Corso Italia 48 a Novara, ha registrato n. 514 ingressi, consistenti principalmente in campi visivi/test per patologie e rinnovi patenti per auto/nautica.
Attività di sportello psicologico.
E’ continuato il servizio di supporto psicologico, presso il nostro ambulatorio di Corso Italia 48 a Novara, effettuato dalla dottoressa psicologa Mara Vesco a tutti gli associati interessati (in regola con il tesseramento) e famigliari che ne fanno richiesta.
L’attività di sostegno psicologico dà diritto ad una prima seduta gratuita e le successive ad una tariffa agevolata, in seguito ad una convenzione sottoscritta da Uici Novara e dalla professionista suddetta; per prenotare basta contattare la dottoressa Vesco al 366-16.03.769.
Nei mesi di maggio e giugno, effettuate giornate screening ai bambini nelle scuole dell’infanzia di Trecate.
E’ proseguita la collaborazione tra Uici Novara/Vco e il Lions Club Torre del Basto di Trecate, con delle giornate dedicate allo screening visivi, mirate alla prevenzione dell’occhio pigro (ambliopia), rivolti a 173 bambini di anni 5, frequentanti le scuole dell’infanzia del paese suddetto. Gli screening sono stati effettuati dalla nostra ortottista/assistente in oftalmologia, Sara Fioraso, che ha segnalato i casi anomali, per una rivalutazione oculistica, alle strutture di competenza, per un totale di 28 bambini.
GIORNATE DI SENSIBILIZZAZIONE “LA PREVENZIONE NON VA IN VACANZA”
Nel mese di luglio, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Novara e VCO, in collaborazione con l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità e con il patrocinio del Comune di Novara, ha organizzato degli incontri, presso dei centri estivi a Novara, per far comprendere l’importanza della protezione degli occhi dal sole.
Gli incontri si sono svolti presso 6 centri estivi in Novara, dove un animatore formato, attraverso giochi e domande poste ai 300 bambini intervenuti nei vari centri, ha parlato del tema della prevenzione della vista. Al termine di ogni incontro formativo e ludico, è stato regalato un gadget e l’opuscolo della giornata.
Mentre, invece, per quanto riguarda l’informazione mirata ad un utenza più ampia, il giorno 13 luglio dalle ore 17.00 alle ore 19.00, è stato allestito “ un salotto” presso la piscina dello Sporting di Novara, con intrattenimento degli speaker di Radio Azzurra di Novara; in particolare, durante la diretta, sono stati presenti il Presidente Gallo e il consigliere Laganà, oltre alla Dott.ssa oculista Anna Maria Comoli dell’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero. Si è parlato del tema della prevenzione della vista sotto il sole e gli utenti presenti presso la piscina o collegati in radio hanno posto diverse domande sulla tematica.
Giornata mondiale della vista l’11 ottobre 2018 a Borgomanero
Il giorno 11 ottobre, si è celebrata la giornata mondiale della vista promossa dalla Agenzia Internazionale Prevenzione della Cecità e nel nostro territorio si è reso ancora disponibile alla collaborazione, il direttore del reparto di oculistica di Borgomanero, Dott. Belloli, coadiuvato dai suoi assistenti oculisti, effettuando degli screening visivi rivolti all’intera cittadinanza. Nelle due ore dedicate ci sono state scrinate venti persone di queste n. 3 sono state rimandate ad una visita oculistica più approfondita, per anomalie visive riscontrate. Oltre agli screening, da parte del personale volontario Uici, sono stati distribuiti opuscoli informativi della giornata.
Donazione dell’unità di elettrofisiologia al reparto di oculistica presso l’Ospedale S.S. Trinità di Borgomanero.
In seguito alle proficue collaborazioni di attività prevenzione della cecità con il personale oculistico presso l’ospedale di Borgomanero, il Presidente Gallo, assieme al direttivo Uici Novara/Vco, ha deciso di donare al reparto suddetto l’unità di elettrofisiologia (erg/pev), la quale è stata in dotazione al nostro ambulatorio, ma poco utilizzata. La suddetta consentirà al reparto di oculistica di eseguire test di funzionalità retinica del nervo ottico, utile a diagnosi come ad esempio la retinopatia. Il giorno 21 dicembre, in occasione dello scambio di auguri tra la dirigenza Asl Novara e tutto il personale dell’azienda, l’Azienda sanitaria, con l’occasione ha voluto ringraziare la nostra associazione, nella persona del Direttore Generale Asl No, Dottoressa Fontana, per questo gesto di solidarietà nei confronti dell’intera cittadinanza. A tale evento, era presente il Presidente Gallo (il quale ha preso la parola per i dovuti saluti e auguri), accompagnato dal segretario Toncelli.
SENSIBILIZZAZIONE, RACCOLTA FONDI E PROMOZIONE DELL’ASSOCIAZIONE
Eventi “Cene al buio”
In merito alla sensibilizzazione relativa alla quotidianità dei privi della vista, nel 2018 sono continuate le “cene al buio”, organizzate in varie location della nostra provincia, tra cui Novara, Borgomanero, Suno e Varallo Pombia, per un totale di 11 eventi. Sono stati momenti molto significativi, con il doppio scopo di sensibilizzare le persone normodotate nei confronti di ipo e non vedenti e del significato di essere tali e nello stesso tempo svolgere atti quotidiani della vita, facendo capire che anche senza la vista si può essere totalmente autonomi.
Progetto di collaborazione con associazione Ri-nascita per percorso accessibile ad ipo e non vedenti presso il Museo Faraggiana di Novara-inaugurazione del museo il 7 luglio 2018
Nel marzo 2017, è nata una collaborazione tra l’Uici di Novara/Vco e l’associazione Ri-nascita, la quale pone l’Uici come partner co-finanziatrice di un progetto atto a rendere totalmente accessibile ad ipo e non vedenti, il Museo Faraggiana di Novara, tramite percorsi fruibile ai ciechi con possibilità di toccare animali tassidermizzati e oggetti a rilievo, oltre ad un percorso multisensoriale e ad una audio guida, appositamente realizzata. Il museo accessibile è stato ufficialmente inaugurato, con tanto di conferenza stampa, il 7 luglio, alla presenza di numerose autorità cittadine e soci del nostro sodalizio.
Un particolare ringraziamento per realizzazione del suddetto va tributato oltre che ai responsabili di Ri-Nascita, a tutti i consiglieri della nostra Uici e a colei cha ha donato la voce per le audio-descrizioni delle attrazioni museali, Maria Castaldi.
EVENTO DI PROMOZIONE DELL’ASSOCIAZIONE E RACCOLTA FONDI
Partecipazione alle giornate del Fondo Ambiente Italiano
Nei giorni 24 e 25 marzo, in occasione delle giornate nazionali del Fondo Ambiente Italiano (Fai) , presso Villa Cavallini a Solcio di Lesa, l’Uici Novara-Vco, ha contribuito ad un percorso accessibile ad ipo e non vedenti, attraverso il quale è stato possibile accedere alle informazioni inerenti il parco, quali piante presenti nello stesso; alle due giornate hanno partecipato il consigliere Pirilli, accompagnato dal segretario Toncelli.
ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA DELL’UICI TERRITORIALE, REGIONALE E NAZIONALE ed eventi.
Si segnala che, in base alle dimissioni irrevocabili della consigliera delegata Emanuela Di Pinto, dal 31 luglio 2018 è subentrato il consigliere Giuseppe Laganà; in conseguenza di ciò viene cambiato anche l’ufficio di presidenza Uici Novara-Vco che risulta così composto: Presidente Gallo Pasquale, Vice Presidente Cimini Oscar e consigliere delegato Pirilli Stefano.
Nei giorni 29 e 30 settembre, come ogni anno, si è svolta presso la struttura Le Torri di Tirrenia in Toscana, l’annuale assemblea dei quadri dirigenti, con la presenza di tutti i presidenti territoriali nazionali; in tale sede si sono dibattute tematiche di interesse generale per la categoria degli ipo e non vedenti. In particolare, tra i vari punti all’ordine del giorno, vi era l’ipotesi, proposta dal consiglio nazionale Uici, di aumentare la quota associativa dal 2019 da euro 49.58 ad euro 72.00; il tutto è stato oggetto di una accesa discussione da parte dei presidenti territoriali e in conseguenza di ciò, la decisione unanime è stata quella di mantenere la quota attuale ed eventualmente aumentarla dal 2021 in poi (dopo il Congresso Nazionale previsto per il 2020, in occasione dei 100 anni della nascita dell’Uici).
IL PRESIDENTE TERRITORIALE U.I.C.I. DI NOVARA/VCO
PASQUALE GALLO
CON TUTTO IL CONSIGLIO TERRITORIALE U.I.C.I DI NOVARAVCO
Vice Presidente Oscar Cimini
Il Consigliere Delegato
Pirilli Stefano
I Consiglieri
Gallo Flavio
Laganà Giuseppe
Puglisi Massimo
Massara Michela


Nota Integrativa al Bilancio al 31/12/2018

Parte iniziale

Premessa

Signori associati,

la presente Nota Integrativa risulta essere parte integrante del Bilancio chiuso al 31/12/2018 e costituisce, insieme allo schema di Stato Patrimoniale e di Conto Economico, un unico documento inscindibile. In particolare essa ha la funzione di evidenziare informazioni utili a commentare, integrare, dettagliare i dati quantitativi esposti negli schemi di Bilancio, al fine di fornire al lettore dello stesso le notizie necessarie per avere una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale, economica e finanziaria della società. Si evidenzia che il presente bilancio è redatto con riferimento al Codice Civile, così come modificato dal D.Lgs. del 18/08/2015 n. 139 e successive modificazioni ed integrazioni. In particolare la stesura del bilancio d'esercizio fa riferimento agli artt. 2423, 2423-ter, 2424, 2424-bis, 2425, 2425-bis, 2427, nonchè ai principi di redazione stabiliti dall'art. 2423-bis ed ai criteri di valutazione imposti dall'art. 2426 C.c. .

Fatti di rilievo verificatisi nell'esercizio

Durante l'esercizio l'attività si è svolta regolarmente e non si segnalano fatti che abbiano modificato in modo significativo l'andamento gestionale o la cui conoscenza sia necessaria per una migliore comprensione delle differenze fra le voci di questo bilancio e quelle del bilancio precedente.

Attestazione di conformità

Il presente Bilancio è stato redatto in conformità alle disposizioni vigenti del Codice civile, in particolare gli schemi di Stato Patrimoniale e rispecchiano rispettivamente quelli previsti dagli art. 2424 C.c., il Conto Economico è stato esposto in forma più inerente alla natura dell'ente, mentre la Nota Integrativa è conforme al contenuto minimale previsto dall'art. 2427 C.c. e da tutte le altre disposizioni che ne richiedono evidenza. Lo Stato Patrimoniale, il Conto Economico e le informazioni di natura contabile riportate in Nota Integrativa, che costituiscono il presente Bilancio, sono conformi alle scritture contabili dalle quali sono direttamente ottenute.

Valuta contabile ed arrotondamenti

I prospetti del Bilancio e della Nota Integrativa sono esposti in Euro, senza frazioni decimali; gli arrotondamenti sono stati effettuati secondo quanto indicato nella Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 106/E del 21 dicembre 2001, con il criterio dell'arrotondamento.

Principi di redazione

Il bilancio è stato predisposto applicando i seguenti criteri di valutazione e nel rispetto delle disposizioni di cui agli articoli 2423 e seguenti del Codice civile, aggiornati con le modifiche del Codice civile disposte dal D.Lgs 18/8/2015 n° 139 in attuazione della direttiva 2013/34/UE relativa ai bilanci d'esercizio e consolidati e successive modificazioni. I criteri di valutazione rappresentano in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società ed il risultato economico conseguito. La valutazione delle voci di Bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza, nella prospettiva della continuazione dell'attività della società (art. 2423-bis,comma 1, n. 1), privilegiando la sostanza dell'operazione rispetto alla forma giuridica (art. 2423-bis, comma 1, n. 1-bis). Si è seguito scrupolosamente il principio della prudenza e a Bilancio sono compresi solo utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio, mentre si è tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza anche se conosciuti successivamente alla chiusura. In ottemperanza al principio di competenza, l'effetto delle operazioni e degli altri eventi è stato rilevato contabilmente ed attribuito all'esercizio al quale tali operazioni ed eventi si riferiscono, e non a quello in cui si concretizzano i relativi movimenti di numerario (incassi e pagamenti). Preliminarmente si dà atto che le valutazioni sono state determinate nella prospettiva della continuazione dell'attività d'impresa. I ricavi sono stati considerati di competenza dell'esercizio quando realizzati mentre i costi sono stati considerati di competenza dell'esercizio se correlati a ricavi di competenza. Si è tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza dell'esercizio anche se conosciute dopo la chiusura dello stesso.

Il D.Lgs 18/8/2015 n° 139 ha introdotto il 4 comma dell'art. 2423 C.c. in tema di redazione del bilancio, in base al quale, ai fini della rappresentazione veritiera e corretta, occorre non fare menzione in Nota Integrativa dei criteri utilizzati nel valutare eventuali poste di bilancio quando la loro osservanza abbia effetti irrilevanti.

Elementi eterogenei

Non vi sono elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci.

Casi eccezionali ex art. 2423, quinto comma, del Codice civile

Non sono presenti casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui all'art. 2423, comma 5 ed art. 2423-bis, 2 comma C.c. .

Cambiamenti di principi contabili

In base all'art. 2423-bis, comma 1, numero 6, C.c., la continuità dei criteri di valutazione da un esercizio all'altro costituisce un elemento essenziale sia per una corretta determinazione del reddito d'esercizio che per la comparabilità nel tempo dei bilanci; per il principio di comparabilità i criteri utilizzati vanno mantenuti inalterati, da un esercizio all'altro, ciò al fine di consentire il confronto tra bilanci riferiti ad esercizi diversi. La possibilità di derogare al principio della continuità è ammessa solo in casi eccezionali che si sostanziano in una modifica rilevante delle condizioni dell'ambiente in cui l'impresa opera. In tali circostanze, infatti, è opportuno adattare i criteri di valutazione alla mutata situazione al fine di garantire una rappresentazione veritiera e corretta.


Problematiche di comparabilità e adattamento

Non si segnalano problematiche di comparabilità ed adattamento nel bilancio chiuso al 31/12/2018.

Criteri di valutazione applicati

Si illustra di seguito la valutazione relativa alle poste dell'Attivo, del Passivo di Stato Patrimoniale e del Conto Economico presenti a bilancio.

Immobilizzazioni immateriali
Non sono presenti a bilancio immobilizzazioni immateriali.

Immobilizzazioni materiali
Le immobilizzazioni materiali, così come disciplinato dal Principio Contabile n. 16, sono iscritte al costo di acquisto o di produzione interna, comprensivo degli oneri accessori di diretta imputazione e rettificate dai corrispondenti fondi di ammortamento. Le quote di ammortamento imputate a Conto Economico sono state calcolate in modo sistematico e costante, sulla base delle aliquote ritenute rappresentative della vita economico-tecnica dei cespiti (ex art. 2426, comma 1, numero 2, C.c.). Per i beni non acquisiti presso terze economie, il costo di produzione comprende i soli costi di diretta imputazione al cespite. Le spese incrementative sono state eventualmente computate sul costo di acquisto solo in presenza di un reale aumento della produttività, della vita utile dei beni o di un tangibile miglioramento della qualità dei prodotti o dei servizi ottenuti ovvero di un incremento della sicurezza di utilizzo dei beni. Le immobilizzazioni che, alla data di chiusura del bilancio, risultino durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo quanto esposto, sono iscritte a tale minor valore. Le spese di manutenzione di natura straordinaria vengono capitalizzate ed ammortizzate sistematicamente mentre quelle di natura ordinaria sono rilevate tra gli oneri di periodo.
In ossequio al principio della rilevanza disciplinato dall'art. 2423, comma 4 del Codice civile si fa presente che la valutazione delle immobilizzazioni materiali può essere rappresentata dall'iscrizione a bilancio ad un valore costante delle attrezzature industriali e commerciali, qualora siano costantemente rinnovate e complessivamente di scarsa rilevanza rispetto all'attivo di bilancio.

Immobilizzazioni finanziarie
In base al nuovo Principio Contabile n. 21, i titoli immobilizzati, destinati a rimanere nel portafoglio della società fino alla loro naturale scadenza, sono iscritti al costo di acquisto. Nel valore di iscrizione si è tenuto conto degli oneri accessori di diretta imputazione. Il premio (onere) di sottoscrizione concorre alla formazione del risultato d'esercizio secondo competenza economica con ripartizione in rate costanti per la durata di possesso del titolo. Le partecipazioni iscritte nelle immobilizzazioni rappresentano un investimento duraturo e strategico da parte della società nel capitale di altre imprese. Le altre partecipazioni sono iscritte al costo di acquisto o di sottoscrizione.

Crediti
I crediti sono iscritti secondo il presumibile valore di realizzo. L'eventuale adeguamento del valore nominale dei crediti al valore presunto è ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti adeguato ad ipotetiche insolvenze ed incrementato della quota eventualmente accantonata nell'esercizio, sulla base della situazione economica generale, su quella di settore e sul rischio paese.

Ratei e risconti attivi
Non sono presenti a bilancio.

Fondi per rischi ed oneri
Non sono presenti a bilancio.

Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato
Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato è stato determinato secondo i criteri stabiliti dall'art. 2120 C.c., in conformità alle leggi ed ai contratti di lavoro in vigore, accoglie il debito maturato nei confronti di tutti i dipendenti alla data di chiusura dell'esercizio, al netto delle anticipazioni già erogate e dell'imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. .

Debiti
I debiti sono passività di natura determinata ed esistenza certa, che rappresentano obbligazioni a pagare ammontari fissi o determinabili di disponibilità liquide, o di beni/servizi aventi un valore equivalente, di solito ad una data stabilita. Tali obbligazioni sorgono nei confronti di finanziatori, fornitori e altri soggetti. I debiti sono iscritti al loro valore nominale, modificato in occasione di resi o di rettifiche di fatturazione, corrispondente al presumibile valore di estinzione.

Ratei e risconti passivi
Non sono presenti a bilancio.

Accantonamenti ai fondi rischi ed oneri e TFR
Per l'imputazione a conto economico degli accantonamenti prevale il criterio della classificazione per "natura" dei costi ossia in base alle caratteristiche fisiche ed economiche dei fattori, sia se riferiti ad operazioni relative alla gestione caratteristica accessoria che finanziaria.

Poste in valuta

Non sono presenti poste in valuta.

Stato Patrimoniale Attivo

Di seguito i dettagli delle voci dell'Attivo di Stato Patrimoniale presenti a bilancio.

Immobilizzazioni

Si illustrano di seguito le informazioni inerenti alle attività immobilizzate .

Per quanto riguarda le informazioni sulle movimentazioni delle immobilizzazioni si espongono i dettagli nella versione sintetica tipica dello Stato Patrimoniale in forma abbreviata.

Movimenti delle immobilizzazioni

Le immobilizzazioni al 31/12/2018 sono pari a € 169.150 .


Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni
Valore di inizio esercizio
Costo 120.382 0 120.382
Ammortamenti (Fondo ammortamento) 114.513 114.513
Valore di bilancio 5.869 178.400 184.269
Variazioni nell'esercizio
Ammortamento dell'esercizio 5.122 5.122
Totale variazioni -5.122 0 -5.122
Valore di fine esercizio
Costo 120.382 0 120.382
Ammortamenti (Fondo ammortamento) 119.635 119.635
Valore di bilancio 747 168.403 169.150

Nessuno degli elementi presenti tra le immobilizzazioni iscritte a bilancio è stato oggetto di rivalutazione monetaria e/o economica.

Immobilizzazioni materiali

Le immobilizzazioni materiali al 31/12/2018 sono pari a € 747.

Aliquote ammortamento immobilizzazioni materiali
Le aliquote di ammortamento dei cespiti materiali rappresentative della residua possibilità di utilizzazione, distinte per singola categoria, risultano essere le seguenti:


Aliquote applicate (%)
Immobilizzazioni materiali:
Altre immobilizzazioni materiali 20,00


Immobilizzazioni finanziarie

In questo capitolo viene fornita adeguata informazione sulle immobilizzazioni finanziarie presenti a bilancio. Le immobilizzazioni finanziarie al 31/12/2018 sono pari a € 168.403.

Attivo circolante

Di seguito si riporta l'informativa riguardante l'Attivo Circolante.

Crediti iscritti nell'attivo circolante

I crediti iscritti nell'Attivo Circolante al 31/12/2018 sono pari a € 4.685.

Variazioni e scadenza dei crediti iscritti nell'attivo circolante

Ai sensi dell'art. 2427, comma 1, punto 6, C.c., viene di seguito riportata la ripartizione globale dei crediti iscritti nell'Attivo Circolante per tipologia e sulla base della relativa scadenza.


Variazione nell'esercizio Valore di fine esercizio Quota scadente entro l'esercizio
Crediti tributari iscritti nell'attivo circolante 82 82 82
Crediti verso altri iscritti nell'attivo circolante 4.603 4.603 4.603
Totale crediti iscritti nell'attivo circolante 4.685 4.685 4.685

Posizioni di rischio significative

Non emergono a bilancio posizioni di rischio significative relativamente alla voce Crediti.

Disponibilità liquide

Come disciplina il Principio contabile n. 14, i crediti verso le banche associati ai depositi o ai conti correnti presso gli istituti di credito e presso l'amministrazione postale e gli assegni (di conto corrente, circolari e similari) sono stati iscritti in bilancio in base al valore di presumibile realizzo. Il denaro ed i valori bollati in cassa sono stati valutati al valore nominale mentre le disponibilità in valuta estera sono valutate al cambio in vigore alla data di chiusura dell'esercizio. Le disponibilità liquide al 31/12/2018 sono pari a € 24.484.


Valore di inizio esercizio Variazione nell'esercizio Valore di fine esercizio
Depositi bancari e postali 8.669 15.815 24.484
Totale disponibilità liquide 8.669 15.815 24.484



Stato Patrimoniale Passivo e Patrimonio netto

Si illustra di seguito l'informativa relativa alle poste del Passivo dello Stato Patrimoniale presenti a bilancio.

Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato

Il fondo TFR accantonato rappresenta il debito dell'ente verso i dipendenti alla chiusura dell'esercizio al netto di eventuali anticipi. Per i contratti di lavoro cessati, con pagamento previsto prima della chiusura dell'esercizio o nell'esercizio successivo, il relativo TFR è stato iscritto nella voce D14 "Altri debiti dello Stato Patrimoniale Passivo". Il fondo TFR al 31/12/2018 risulta pari a € 55.721.


Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato
Valore di inizio esercizio 51.782
Variazioni nell'esercizio
Accantonamento nell'esercizio 3.938
Totale variazioni 3.938
Valore di fine esercizio 55.721

Non vi sono ulteriori dettagli da fornire sulla composizione della voce T.F.R. .

Debiti

Si espone di seguito l'informativa concernente i debiti.

Variazioni e scadenza dei debiti

Ai sensi dell'art. 2427, comma 1, numero 6 C.c., viene riportata la ripartizione globale dei Debiti iscritti nel Passivo per tipologia e sulla base della relativa scadenza.


Variazione nell'esercizio Valore di fine esercizio Quota scadente entro l'esercizio
Debiti tributari 1.194 1.194 1.194
Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale 2.275 2.275 2.275
Altri debiti 5.442 5.442 5.442
Totale debiti 8.911 8.911 8.911

Suddivisione dei debiti per area geografica

Ai sensi dell'art. 2435-bis, comma 5, C.c., la società si avvale della clausola di esonero circa l'informativa sulla suddivisione dei debiti per area geografica, di cui al numero 6, comma 1 dell'art. 2427 C.c. .

Debiti tributari
La voce Debiti tributari contiene i debiti tributari certi quali debiti verso Erario per ritenute operate, debiti verso Erario per IVA, i debiti per contenziosi conclusi, i debiti per imposte di fabbricazione e per imposte sostitutive ed ogni altro debito certo esistente nei confronti dell'Erario. La voce contiene inoltre i debiti per le imposte maturate sul reddito dell'esercizio mentre detta voce non accoglie le imposte differite ed i debiti tributari probabili per contenziosi in corso eventualmente iscritti nella voce B dello Stato Patrimoniale Passivo.

Conto economico

Nella presente Nota Integrativa vengono fornite quelle informazioni idonee ad evidenziare la composizione delle singole voci ovvero a soddisfare quanto richiesto dall'art. 2427 del Codice civile, con particolare riferimento alla gestione finanziaria.
Il conto economico può essere così sintetizzato:

Descrizione Anno 2017 Anno 2018
Ricavi/entrate 96.391 82.610
Contributi da enti pubblici 190 33.388
Contributi da privati 28.017 31.825
Quote Associative 11.538 12.116
Recupero spese 1.167 2.928
Proventi Finanziari 32.556 1.305
Proventi Straordinari 3.988 1.047
Proventi Attività Accessorie 18.935 -
Costi/spese 109.513 90.078
Oneri per gli organi statutari 5.428 3.900
Oneri per le risorse umane 47.118 61.288
Oneri per le attività istituzionali 1.203 423
Oneri per attività accessorie - 746
Oneri finanziari, tributari e patrimoniali - 316
Oneri straordinari 3.176 2.660
Oneri di supporto generale 5.938 9.222
Costi per servizi professionali 8.267 6.071
Costi per godimento beni di terzi - 214
Costi per manutenzioni 140 24
Amm. Immobilizzazioni Materiali - 5.122
Costi Diversi di Gestione - 92
Costi per Imposte Indirette 1.180 -
INVESTIMENTI 37.062 -



Rendiconto finanziario

Il nostro ente non ha predisposto la redazione del Rendiconto finanziario delle disponibilità liquide, in quanto esonerata in base all'art. 2435-bis, 2 comma, C.c. .

Altre informazioni

Conto economico.

Dati sull'occupazione

Si evidenzia di seguito l'informativa che riepiloga il numero medio dei dipendenti ripartito per categoria:


Numero medio
Impiegati 2
Totale dipendenti 2

Compensi, anticipazioni e crediti concessi ad amministratori e sindaci ed impegni assunti per loro conto

Ai sensi del numero 16, comma 1 dell'art. 2427 C.c., durante l'esercizio non sono stati erogati compensi all'organo ammiistrativo.

Informazioni sui fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio

L'assemblea per l'approvazione del bilancio è stata convocata regolarmente entro i 120 giorni ordinari dalla chiusura dell'esercizio; non è stato, quindi, necessario ricorrere alla deroga dell'art. 2364, 2 comma, C.c. .

Parte finale

Il presente bilancio, composto da Stato Patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonchè il risultato economico dell'esercizio e corrisponde alle risultanze delle scritture contabili.

Il Presidente
Pasquale Gallo


31/12/2018 SITUAZIONE PATRIMONIALE dal 01/01/18 al 31/12/18 

UIC - CONS. PROV NOVARA corso torino n.8 28100 NOVARA NO 01404110031 01404110031
A T T I V I T A' Eur|P A S S I V I T A' Eur
120 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 120.382,20|310 CAPITALE 141.155,07
120.00310 Mobili e arredi 13.362,50 |310.00221 FONDO DI DOTAZIONE 141.155,07
120.00330 Macchine d'ufficio 96.519,70 |
120.00410 Automezzi 10.500,00 |410 FONDI TRATTAMENTO FINE RAPPORTO 55.720,61
|410.00001 Fondo T.F.R. 55.720,61
230 ALTRI CREDITI VERSO TERZI 4.603,24|
230.01010 Crediti vs Presidenza Nazionale 4.603,24 |490 FONDI AMMORTAMENTO BENI MATERIALI 119.634,70
|490.00310 Fondo amm. mobili e arredi 13.362,50
236 CREDITI VERSO ERARIO 81,58|490.00330 Fondo amm. macchine d'ufficio 96.519,70
236.00150 Bonus Renzi DL 66/2014 81,58 |490.00410 Fondo amm. automezzi 9.752,50
|
260 DEPOSITI BANCARI E POSTALI 24.483,88|540 ALTRI DEBITI VERSO TERZI 3.016,82
260.00010 BANCA CREDEM C\C 2320 22.899,98 |540.01110 Debiti v/s Presidenza Nazionale 1.340,70
260.00100 C\C POSTALE NUM. 14651285 1.583,90 |540.01120 Debiti v/s Consiglio Regionale 1.676,12
|
270 DENARO E VALORI IN CASSA 168.403,04|556 DEBITI VERSO ERARIO (TRIBUTARI) 1.194,54
270.00320 Titoli 168.403,04 |556.00120 Erario c/ritenute su retribuzioni 1.151,43
|556.00140 Erario c/imposta sostitutiva TFR 43,11
|
|560 DEBITI VERSO ENTI PREVIDENZIALI 2.274,76
|560.00010 Debiti INPS per retribuzioni 228,09
|560.00050 Debiti INPDAP per retribuzioni 2.046,67
|
|580 DEBITI COLLEGATI GESTIONE PERSONALE 2.425,00
|580.00010 Debiti verso dipendenti 2.125,00
|580.00020 Debiti verso collaboratori 300,00
Totale A T T I V I T A' 317.953,94|Totale P A S S I V I T A' 325.421,50
Perdita d' esercizio 7.467,56
Totale a pareggio 325.421,50



31/12/2018 CONTO ECONOMICO dal 01/01/18 al 31/12/18 

UIC - CONS. PROV NOVARA corso torino n.8 28100 NOVARA NO 01404110031 01404110031
C O S T I Eur|R I C A V I Eur
702 ONERI PER GLI ORGANI STATUTARI 3.900,00|606 CONTRIBUTI ENTI PUBBLICI 33.387,81
702.00060 Presidente Naz. Reg. Sez. 3.900,00 |606.00019 Contributi enti territoriali 33.387,81
|
704 ONERI PER LE RISORSE UMANE 61.287,59|608 CONTRIBUTI DA PRIVATI E STRUT. ASS. 14.144,41
704.00010 Stipendi ed assegni fissi 45.698,01 |608.00016 Contributi IAPB 2.100,00
704.00050 Oneri previdenziali dipendenti 11.247,70 |608.00040 Contributi 5x1000 4.210,71
704.00060 Trattamento di fine rapporto 4.135,61 |608.00050 Contributi enti privati e sponsor 1.050,00
704.00090 Oneri assicurativi INAIL 206,27 |608.00110 Contributi presidenza nazionale UICI 20,00
|608.00140 Contributi da soci 1.193,70
706 ONERI PER ATTIVITA' ISTITUZIONALI 423,00|608.00901 Contributi non soci (privati) 5.570,00
706.00050 Attività progettuali sedi territor. 393,00 |
706.00190 Volontariato autonomo rimborsi spese 30,00 |610 CONTRIBUTI PROGETTI VARI 17.680,12
|610.00020 Contributi da settore privato 17.680,12
710 ONERI PER ATTIVITA' ACCESSORIE 746,42|
710.00912 Materiale Gadgets 746,42 |612 QUOTE ASSOCIATIVE 12.116,00
|612.00010 Quote associative ordinarie 12.116,00
712 ONERI FINANZIARI, TRIB. E PATRIMON. 315,67|
712.00020 Oneri tributari 315,67 |614 RECUPERO SPESE 2.927,60
|614.00010 Recupero spese e rimborsi 2.927,60
714 ONERI STRAORDINARI 2.659,70|
714.00010 Sopravvenienze passive 2.659,70 |618 PROVENTI FINANZIARI 1.305,02
|618.00020 Interessi su depositi e investimenti 1.305,02
716 ONERI DI SUPPORTO GENERALE 9.221,83|
716.00010 Acquisto materiali di consumo 16,04 |620 PROVENTI STRAORDINARI 1.046,50
716.00011 Spese di cancelleria 183,05 |620.00010 Sopravvenienze attive 1.046,50
716.00020 Spese telefoniche 1.117,14 |
716.00040 Spese postali e di spedizione 649,05 |640 ALTRI RICAVI ORDINARI 2,74
716.00042 spese tenuta c/c postale 49,00 |640.00010 Ricavi per abbuoni e arrotondamenti 2,74
716.00043 commiss. postali x accred.bollettini 6,00 |
716.00044 commissioni bancarie 11,07 |
716.00050 Spese bancarie 73,24 |
716.00060 Spese di rappresentanza 706,49 |
716.00061 Spese di pubblicità 1.415,00 |
716.00070 Spese di locomozione 661,40 |
716.00080 Spese di energia elettrica 430,20 |
716.00100 Spese condominiali 2.064,40 |
716.00120 Spese per pulizie 80,00 |
716.00160 Spese di assicurazioni diverse 839,00 |
716.00161 Spese assicurazioni automezzi 279,00 |
716.00182 Spese amministrative diverse 85,17 |
716.00184 Costi per smaltimento rifiuti 260,00 |
716.01001 Spese per Lotteria Sezionale 256,58 |
716.01002 SPESE VARIE 40,00 |
|
724 COSTI PER SERVIZI PROFESSIONALI 6.071,09|
724.00020 Costi per consulenze mediche 4.020,00 |
724.00030 Costi elaborazione paghe e stipendi 224,48 |
724.00040 Costi per consulenze fiscali 413,63 |
724.00090 Costi per consulenze varie 829,60 |
724.00092 Onorari professionali 583,38 |
|
730 COSTI PER GODIMENTO BENI DI TERZI 214,00|
730.00010 Fitti passivi 214,00 |
|
734 COSTI PER MANUTENZIONI 24,40|
734.00320 Costi per manutenzione str. immobile 24,40 |
|
750 AMM. IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 5.121,71|
750.00330 Amm. macchine d'ufficio 3.809,21 |
750.00410 Amm. automezzi 1.312,50 |
|
780 COSTI DIVERSI DI GESTIONE 92,35|
780.00010 Costi per abbuoni e arrotondamenti 12,73 |
780.00425 Sanzioni ed int. I.I.D.D 79,62 |
Totale C O S T I 90.077,76|Totale R I C A V I 82.610,20
|Perdita d' esercizio 7.467,56
|Totale a pareggio 90.077,76
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu